giovedì 9 agosto 2018

Come volevasi dimostrare dopo il tam tam mediatico sulle presunte morti di pertosse arrivano i vaccini in gravidanza

Si era capito a seguito del tam tam mediatico attutato per fare terrorismo montato sul caso  non ancora chiaro  delle due bambine morte, ci dicono, di pertosse.
Il problema sarebbe stato dovuto alla non vaccinazione delle madri in gravidanza. "Neonata morta di pertosse, parla il papà: "Siamo vaccinati, vogliamo risposte" 
I genitori si rivolgono a un legale 
https://www.ilgiorno.it/cremona/cronaca/pertosse-neonate-morte-1.4072809

Poteva mancare l’immediata reazione dell’attuale Ministero della Salute? Vaccini in gravidanza? Subito! Si ripete il mantra..... «Le vaccinazioni sono uno degli strumenti preventivi più efficaci in Sanità Pubblica. Esse sono in grado di prevenire, in modo EFFICACE e SICURO, lo sviluppo di alcune malattie infettive».

Bambini, anziani e donne in gravidanza in più come leggiamo nello stesso documento, la prossima mossa sarà quella delle donne in età fertile.

I fabbricanti di vaccini e i loro azionisti, ringraziano il Ministero



Vaccinazione anti-influenzale
La vaccinazione anti-influenzale è raccomandata e offerta gratuitamente alle donne che all’inizio della stagione epidemica dell’influenza si trovino nel secondo o terzo trimestre di gravidanza. Infatti, l’influenza stagionale aumenta il rischio di ospedalizzazione materna, prematurità, parto cesareo, distress fetale, basso peso del nascituro e interruzione di gravidanza. Anche nei neonati al di sotto dei 6 mesi di vita, per cui non esiste ancora un vaccino, l’influenza aumenta il rischio di malattia severa e complicanze. La vaccinazione in gravidanza ha, invece, un effetto protettivo sui neonati attraverso il passaggio di anticorpi protettivi dalla madre. Sebbene siano disponibili pochi studi in grado di valutare l’immunogenicità ed efficacia della vaccinazione anti-influenzale in donne in gravidanza, i dati mostrano una risposta sierologica leggermente inferiore/simile, nelle donne gravide rispetto alle donne non gravide della stessa età. Studi di letteratura mostrano una riduzione del rischio di prematurità e basso peso alla nascita in neonati nati da gestanti che nel corso del secondo o terzo trimestre di gravidanza avevano effettuato la vaccinazione anti-influenzale, così come una riduzione significativa del rischio di contrarre la malattia nei mesi successivi alla nascita e una riduzione del rischio di sviluppare infezioni delle alte vie respiratorie e otiti medie nei bambini al di sotto dei 12 mesi di vita.

Pdf: documento integrale http://www.quotidianosanita.it/allegati/allegato2296207.pdf

Articoli Correlati: 

Vaccini: perchè lo stato italiano in caso di evento traumatico richiedente profilassi per il tetano deve promuovere il vaccino Multi-Dose?http://informaresenzacensure.blogspot.com/2018/07/vaccini-perche-lo-stato-italiano-in.html

Le miserevoli menzogne del ministro della sanità Giulia Grillo che deve promuovere i farmaci vaccini
http://informaresenzacensure.blogspot.com/2018/07/le-miserevoli-menzogne-del-ministro.html

Vaccini: M5S tra candidati ObbliVax e cambi di bandiera... Siamo passati dal cancelleremo la legge Lorenzin a ops scusate ci hanno svelato una chicca basta una semplice autocertificazione...
http://informaresenzacensure.blogspot.com/2018/07/vaccini-m5s-tra-candidati-obblivax-e.html

Nessun commento:

Posta un commento

Il mercato dei vaccini garantito dal CDC - Conflitti di interesse che minano la salute dei bambini, parte V

© 06 giugno 2019, Children’s Health Defense, Inc. Questo lavoro è riprodotto e distribuito con il permesso di Children’s Health Defense, ...