domenica 13 maggio 2018

Il Progetto Europeo NERRI & il Neuroenhancement Pediatrico.... Potenziamento mirato e all'estensione delle capacità cognitive e affettive. Dai Farmaci ai Neuro-strumenti rigidi e i Neuro-giocattoli morbidi


Premetto partendo da PubMed:

Neuroenhancement pediatrico: implicazioni etiche, legali, sociali e dello sviluppo neurologico.

Astratto

L'uso di farmaci su prescrizione per aumentare la funzione cognitiva o affettiva in persone sane - o neuroenhancement - sta aumentando nelle popolazioni di adulti e di bambini. Nei bambini e negli adolescenti, il neuroenancement sembra essere in aumento in parallelo ai crescenti tassi di diagnosi del disturbo da deficit di attenzione e prescrizioni di farmaci stimolanti, e le opportunità per la diversione dei farmaci. Il neuroenhancement pediatrico rimane una pratica particolarmente instabile e carica di valore, spesso senza obiettivi o giustificazioni appropriati. La neuroenancezione pediatrica presenta i suoi problemi etici, sociali, legali e di sviluppo, compresa la responsabilità fiduciaria dei medici che si prendono cura dei bambini, la particolare integrità della relazione medico-figlio-genitore, la vulnerabilità dei bambini a varie forme di coercizione, la giustizia distributiva nei contesti scolastici e l'obbligo morale dei medici di prevenire l'uso improprio dei farmaci. I temi dello sviluppo neurologico comprendono l'importanza dell'evoluzione dell'autenticità personale durante l'infanzia e l'adolescenza, l'emergere delle capacità decisionali individuali e il processo di sviluppo dell'autonomia. Questo documento di posizione del comitato etico, legale e umanistico, approvato dall'American Academy of Neurology, Child Neurology Society e American Neurological Association, si concentra su varie implicazioni del neuroenhancement pediatrico e delinea i punti di discussione nel rispondere alle richieste di neuroenhancement da parte di genitori o adolescenti. Sulla base dei dati attualmente disponibili e dei problemi di equilibrio etico esaminati in questo documento di posizione, il neuroenantrimento in bambini e adolescenti legalmente e in via di sviluppo non autonomi senza una diagnosi di un disturbo neurologico non è giustificabile. In adolescenti quasi autonomi, l'obbligo fiduciario del medico può essere più debole, ma la prescrizione di neuroenhancements è sconsigliabile a causa di numerosi problemi di integrità sociale, di sviluppo e professionale.
Tratto da: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23486879


Poi leggiamo: 

Current Opinion in Pediatrics : 13 marzo 2018 Miglioramento cognitivo farmacologico in pediatria

Scopo del riesame  Data la pervasività dei farmaci psicotropi nella popolazione giovanile e una cultura sempre più competitiva in materia di rendimento scolastico, i bambini, i ragazzi e / oi loro genitori possono sempre più cercare sostanze psicotrope nello sforzo di migliorare le capacità cognitive e / o il rendimento scolastico dello studente I medici devono prendere coscienza di questo aspetto molto importante e clinicamente rilevante e lavorare per garantire che i farmaci rimangano nelle mani dei pazienti che cercano il benessere e non il miglioramento.
Recenti scoperte  L'attuale articolo evidenzia risultati sulla pervasività dell'abuso di stimolanti e sulla diversione nei giovani, le motivazioni e gli effetti dell'uso di stimolanti, la salute e le conseguenze legali associate all'uso, le percezioni del medico e le pratiche preventive. Vengono inoltre delineate le preoccupazioni etiche riguardanti il miglioramento cognitivo farmacologico in pediatria, tra cui la coercizione per i non utilizzatori, le ingiustizie nell'accesso e le minacce al senso di sé di un individuo per quanto riguarda l'autenticità e l'autonomia.
Riepilogo  Il miglioramento cognitivo farmacologico in pediatria diventerà un problema più ampio e clinicamente rilevante nei prossimi anni. I medici che si prendono cura di bambini e adolescenti devono diventare più consapevoli di questo problema. Data la miriade di problemi di salute, legali ed etici, i medici dovrebbero scoraggiare l'uso di farmaci per scopi di miglioramento nella popolazione pediatrica.
https://journals.lww.com/co-pediatrics/Citation/2018/06000/Pharmacological_cognitive_enhancement_in.20.aspx


Volume 10, Numero 3 , pagg. 337-348 Citare come

Dai "Neuro-strumenti" rigidi ai Neuro-giocattoli "morbidi"? Rifocalizzazione del dibattito sul Neuro-potenziamento

Astratto

Dagli anni '90, il dibattito sugli aspetti etici, legali e sociali del "neuro-potenziamento" si è evoluto in un discorso massiccio, sia nel campo pubblico che in quello accademico. Questo dibattito etico, tuttavia, tende a ripetere le stesse serie di argomenti più e più volte. I disaccordi normativi tra transumanisti e bioconservatori sugli stimolatori cerebrali invasivi o radicali e le incertezze sull'uso e l'efficacia dei farmaci nootropici dominano il campo. Basandosi sui risultati di un ampio progetto europeo sulla ricerca responsabile e l'innovazione nel neuro-miglioramento (NERRI), osserviamo e incoraggiamo che il dibattito sta ora entrando in una fase nuova e, come diremo, più realistica e pertinente per la società. Questa nuova fase riguarda le tecnologie che entrano nel mercato come dispositivi apparentemente innocui che i consumatori possono utilizzare per l'auto-cura o l'intrattenimento. Usiamo gli esempi e gli argomenti dei partecipanti ai dibattiti del NERRI per descrivere tre casi di studio di tali "giocattoli" presumibilmente innocenti. Basandoci su questo materiale empirico, sosteniamo che questi gadget di potenziamento "soft" sono situati da qualche parte nella zona di confine tra l'interno e l'esterno, tra l'intimo e l'intrusivo, tra il familiare e il non familiare, tra l'amichevole e lo spaventoso e , in termini foucaultani, tra tecnologie del sé e tecnologie di controllo. Pertanto, descriviamo la loro fisionomia con l'aiuto di un termine preso in prestito da Jacques Lacan, vale a dire come tecnologie "estimate". Usiamo gli esempi e gli argomenti dei partecipanti ai dibattiti del NERRI per descrivere tre casi di studio di tali "giocattoli" presumibilmente innocenti. Basandoci su questo materiale empirico, sosteniamo che questi gadget di potenziamento "soft" sono situati da qualche parte nella zona di confine tra l'interno e l'esterno, tra l'intimo e l'intrusivo, tra il familiare e il non familiare, tra l'amichevole e lo spaventoso e , in termini foucaultani, tra tecnologie del sé e tecnologie di controllo. Pertanto, descriviamo la loro fisionomia con l'aiuto di un termine preso in prestito da Jacques Lacan, vale a dire come tecnologie "estimate". ....

Sviluppi emergenti nelle neuroscienze hanno sollevato la possibilità che i farmaci e / o i farmaci nootropici, di solito sviluppati per scopi terapeutici, possano essere sempre più utilizzati per ottimizzare i processi cerebrali in persone "normali" che non sono compromesse da malattie mentali o disturbi cognitivi [ 1]. Sono stati organizzati innumerevoli dibattiti e discussioni, sono stati pubblicati numerosi articoli e una pletora di opinioni su questo tema. E anche se nel corso del dibattito sono state evidenziate dimensioni specifiche delle prestazioni cognitive umane - geni, neuroni, sinapsi, neurotrasmettitori, comportamenti, ecc. - lo stesso insieme di argomenti tende a essere ripetuto più e più volte. Il dibattito etico ruota fondamentalmente attorno a temi fondamentali come l'autenticità [ 2 , 3 ], l'autonomia [ 4 , 5 , 6 , 7 , 8 ], la sicurezza e l'efficacia [ 9 , 10 ]; competitività [ 11 ,12 , 13 ] e equità [ 14 , 15 , 16 ].
Fin dall'inizio, inoltre, ci sono state due parti nel dibattito sulla valorizzazione. I bioconservatori [eg 17 , 18 ] si oppongono. La loro principale preoccupazione è che le tecnologie di valorizzazione disumanizzino gli esseri umani. Il neuro-miglioramento renderà le persone meno autentiche e renderà la società più competitiva e meno equa. I cosiddetti transumanisti d'altra parte [eg 19 , 20 , 21 , 22] argomentazione a favore delle tecnologie di miglioramento umano. Sostengono sostanzialmente che le persone dovrebbero essere libere di decidere per se stesse e per i loro figli, mentre diventare post- o trans-umani non dovrebbero essere visti come un degrado, ma piuttosto come un miglioramento della natura umana e come qualcosa che gli umani hanno sempre cercato di ottenere in ogni caso (ad esempio inventando la lingua, l'alfabeto, i sistemi numerali, il sistema scolastico, strumenti meccanici, veicoli, ecc.).
Oltre a queste polarizzazioni normative, vi sono anche varie incertezze empiriche. Il fatto che sia poco chiaro quante persone effettivamente usano sostanze nootropiche, ad esempio, viene regolarmente menzionato [ 23 , 24 ]. Un altro punto di discussione è quanto efficaci neuro-esaltatori siano effettivamente o potrebbero essere [ 10 ]. Cioè, la rilevanza o addirittura la realtà del problema viene a volte messa in discussione [ 25 , 26]. Inoltre, se la questione del neuro-potenziamento viene presa sul serio, la maggior parte delle persone è particolarmente interessata ai rischi a lungo termine - e poiché non ci sono ancora risposte a questo, la discussione spesso diventa bloccata. Forse a causa di ciò, quelle persone che sono o preoccupate o hanno grandi aspettative sul futuro del neuro-potenziamento tendono spesso a esagerare il dibattito. C'è una tendenza a proporre scenari utopici o distopici abbastanza drammatici (o addirittura fantastici) su esseri umani che diventano cyborg o super-umani, entrando in una nuova era evolutiva, mentre gli umani "naturali" 1.0 diventeranno presto una specie in via di estinzione [ 27 , 28 ].

Il progetto Nerri: piani UE e Big Pharma per il governo  della mente
https://www.byoblu.com/2015/10/11/il-progetto-nerri-piani-ue-e-big-pharma-per-il-governo-della-mente/


Riassunto del rapporto finale - NERRI (Neuro-Enhancement: Responsible Research and Innovation)

https://cordis.europa.eu/result/rcn/192408_it.html
Neuroenhancement
https://en.wikipedia.org/wiki/Neuroenhancement


Articoli correlati:

Fabbricheranno una Super Razza..... Genome Project Write : Il progetto, che inizialmente avrebbe dovuto "riscrivere" l'intero Dna umano, ridimenziona i suoi obbiettivi nel sviluppare super cellule umane resistenti ai virus da utilizzare come "mini-fabbriche" ultra sicure per produrre vaccini e farmaci biologici
http://informaresenzacensure.blogspot.it/2018/05/fabbricheranno-una-super-razza-genome.html

Bambini OGM ... Procreare presto diventerà un fatto tecnico da affidare a medici e biologi, con l'obbiettivo illusorio di creare un Essere perfetto
http://informaresenzacensure.blogspot.it/2018/05/bambini-ogm-procreare-presto-diventera.html

Nessun commento:

Posta un commento

Il mercato dei vaccini garantito dal CDC - Conflitti di interesse che minano la salute dei bambini, parte V

© 06 giugno 2019, Children’s Health Defense, Inc. Questo lavoro è riprodotto e distribuito con il permesso di Children’s Health Defense, ...