domenica 7 marzo 2021

Medico odontoiatra dell'ospedale di Bressanone, muore pochi giorni la seconda dose del vaccino covid

 


Finisce in procura a Bolzano il caso di un medico deceduto nei giorni scorsi. Un collega ha infatti postato su Facebook un video nel quale ipotizza un nesso causale fra la somministrazione di due dosi di vaccino anti-Covid ed il decesso. La vittima - Cornel Strüning, di nazionalità tedesca - era un medico odontoiatra dell'ospedale di Bressanone, e come operatore sanitario aveva da poco ricevuto le due dosi del vaccino contro il Covid. L'Azienda sanitaria dell'Alto Adige ha inviato la cartella clinica in Procura. Il Post è stato pubblicato in lingua tedesca su Facebook dal gruppo di medici e farmacisti contro i vaccini obbligatori "Wir Noi".

Il medico sostiene che il collega, dopo il secondo vaccino, avrebbe accusato forti dolori alle articolazioni, febbre e aritmie cardiache. Tre settimane dopo avrebbe subito un ictus e, dopo un periodo in terapia intensiva, è deceduto. L'Azienda sanitaria comunica che "le direzioni mediche degli ospedali di Bolzano e Bressanone, nei quali è stato trattato il medico deceduto, inoltrano - come previsto dalle norme vigenti in materia - il referto agli uffici giudiziari del Tribunale di Bolzano".

"Rientra - prosegue la nota -nell'ambito della Procura della Repubblica intraprendere i passi successivi. La direzione generale dell'Azienda sanitaria dell'Alto Adige, le direzioni dei comprensori di Bolzano e Bressanone, le direzioni mediche degli ospedali di Bolzano e Bressanone sono impegnate a produrre alla Procura della Repubblica tutte le informazioni inerenti al caso ed assicurano la fattiva collaborazione. Il caso inoltre è stato segnalato prontamente come previsto a VigiFarmaco, il centro della farmacovigilanza presso l'Aifa, Agenzia italiana del farmaco", prosegue la nota. La direzione generale dell' Azienda sanitaria dell'Alto Adige esprime il più sentito cordoglio alla famiglia del paziente deceduto.



https://www.rainews.it/tgr/bolzano/articoli/2021/03/blz-vaccino-morte-reazione-medici-no-vax-alto-adige-pfizer-92c41757-1611-4756-9586-9b73faec37b6.html

https://www.lavocedeltrentino.it/2021/03/05/medico-bolzanino-scrive-su-fb-un-collega-forse-morto-per-il-vaccino-l-asl-risponde-documentazione-inoltrata-alla-procura/


Stessa sorte era capitata ad un medico provax negli USA...

Usa, medico di 56 anni muore due settimane dopo la prima dose di vaccino covid Pfizer

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/01/usa-medico-di-56-anni-muore-due.html


Insegnante muore dopo pochi giorni dalla prima dose di vaccino Covid: aperta un'inchiesta

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/03/insegnante-muore-dopo-pochi-giorni.html


Spagna, sette anziani di una casa di riposo muoiono dopo il vaccino covid.... Il fabbricante di vaccini Pfizer (non c'è nessuna correlazione)

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/02/spagna-sette-anziani-di-una-casa-di.html

16 gennaio - La Norvegia registra "23 morti legate alla vaccinazione covid" e rivede le linee guida sugli anziani fragili

http://informaresenzacensure.blogspot.com/2019/02/il-farmaco-piu-venduto-della-pfizer-e.html

Vaccino Covid, muore anziana vaccinata in Rsa: poco dopo il vaccino ha una emorragia cerebrale e rash cutaneo

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/01/vaccino-covid-muore-anziana-vaccinata.html


Usa, medico di 56 anni muore due settimane dopo la prima dose di vaccino covid Pfizer

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/01/usa-medico-di-56-anni-muore-due.html

Germania, malori dopo il vaccino AstraZeneca: gli ospedali interrompono le somministrazioni ​nel Nord Reno-Westfalia

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/02/germania-malori-dopo-il-vaccino.html

Vaccino AstraZeneca ai vigili urbani di Roma, raffica di effetti collaterali

https://www.affaritaliani.it/roma/vaccino-astrazeneca-ai-vigili-urbani-di-roma-raffica-di-effetti-collaterali-724107.html

Coronavirus, Londra: vaccino Di Oxford Fallito Negli Studi Sugli Animali

http://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/05/coronavirus-londra-vaccino-di-oxford.html

Coronavirus, vaccino: dopo reazione avversa anomala stop temporaneo sperimentazione vaccino AstraZeneca

https://www.facebook.com/1475811642562584/videos/772548066898261

Vaccini Covid-19: un aggiornamento allarmante dall'Europa

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/08/vaccini-covid-19-un-aggiornamento.html

Coronavirus, la cavia di Moderna ... "Sta più male che in tutta la sua vita" dopo l'iniezione del vaccino sperimentale

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/06/coronavirus-la-cavia-di-moderna-la-piu-male.html

Ulteriori anomalie del vaccino contro il coronavirus di Oxford

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/06/ulteriori-anomalie-del-vaccino-contro.html

Vaccino Covid, al Buzzi di Milano (bambini come cavie) si sperimenterà il Johnson & Johnson sui bambini dai 2 mesi ai 18 anni, mentre il preparato dovrebbe essere approvato dall'Ema entro marzo

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/02/vaccino-covid-al-buzzi-di-milano.html


Sorveglianza vaccino covid - In un mese sono stati segnalati 7337 eventi avversi su un milione e mezzo di dosi somministrate, 13 decessi.

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/02/sorveglianza-vaccino-covid-in-un-mese.html



Vaccino covid19: l'infermiera sviene mentre parla ai giornalisti dopo essere stata vaccinata

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/12/vaccino-covid19-linfermiera-sviene.html


Il farmaco più venduto della Pfizer è un vaccino, grazie anche alla raccomandazione dei governi mentre il suo prezzo continua ad aumentare

http://informaresenzacensure.blogspot.com/2019/02/il-farmaco-piu-venduto-della-pfizer-e.html


Coronavirus, grave reazione allergica al vaccino Pfizer per due operatori sanitari in Alaska

https://www.corriere.it/salute/cardiologia/20_dicembre_17/coronavirus-grave-reazione-allergica-vaccino-pfizer-due-operatori-sanitari-alaska-170691f0-406a-11eb-b55d-be40d0705ed1.shtml

Sicurezza Vaccino Covid19: Il regolatore dei farmaci del Regno Unito afferma che chiunque abbia una storia di reazioni allergiche "significative" a cibo, medicine o vaccini non deve vaccinarsi

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/12/sicurezza-vaccino-covid19-il-regolatore.html


Giallo sull’infermiera portoghese morta dopo il vaccino. Il padre: “Era in perfetta salute”

https://www.secoloditalia.it/2021/01/giallo-sullinfermiera-portoghese-morta-dopo-il-vaccino-il-padre-era-in-perfetta-salute/


Infermiera in shock anafilattico dopo il vaccino a Caltagirone: asp informa l'Aifa

https://www.seguonews.it/infermiera-in-shock-anafilattico-dopo-il-vaccino-a-caltagirone-asp-informa-laifa


Paresi facciale dopo il vaccino anti Covid, ricoverata infermiera: perché non c’è da preoccuparsi

https://www.fanpage.it/attualita/paresi-facciale-dopo-il-vaccino-anti-covid-ricoverata-infermiera-perche-non-ce-da-preoccuparsi/

L'agenda del vaccino globalista di Gates: una vittoria per il settore farmaceutico e la vaccinazione obbligatoria
https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/04/lagenda-del-vaccino-globalista-di-gates.html

La pandemia di coronavirus serve a consolidare un'agenda globale?
https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/03/la-pandemia-di-coronavirus-serve.html

mercoledì 3 marzo 2021

Le restrizioni covid creeranno una Palestina in ogni Stato globale? Olanda, 3 marzo - Esplode ordigno artigianale "bomba a tubo" davanti al centro di test COVID-19 -





Già a gennaio..... Covid ,Olanda...Rivolte in Urk 23 gennaio: in centinaia scendono in strada per protestare contro le restrizioni covid viene incendiano il luogo dei test GGD, sindaco emette un ordine di emergenza per il dispiegamento della polizia antisommossa.

Le masse devono prendere coscienza e smettere di appoggiare la follia dei nostri governanti che continuano a sopprimere chi si oppone alle folli restrizioni covid a meno che non vogliate creare una Palestina in ogni Stato globale. Le restrizioni covid non hanno nessun fondamento *scientifico ma solo geopolitico ed economico, stanno calpestando ogni diritto umano e costituzionale.... Voi  pensate veramente che tutto ciò posso essere messo a tacere? Provate a rileggere la storia e capirete che ogni volta che questi diritti vengono calpestati da tiranni o da virus sfruttati a loro uso e consumo, ci sara un conto da pagare alla fine. Potrete prendervi anche la mia vita ma non avrete mai la mia libertà!

I sostenitori del lockdown..."Pensano inoltre di salvarsi dalla morte quando in realtà stanno rinunziando alla vita: è bene ricordarlo, la paura della morte ci impedisce di vivere, non certo di morire.
Cit. Diego Fusaro


L'esplosione di una BOMBA ha scosso un centro di test sul coronavirus nei Paesi Bassi all'inizio di mercoledì, settimane dopo che le rivolte anti-blocco hanno lasciato il paese vacillante. La polizia ha detto che un dispositivo fatto in casa è stato deliberatamente posizionato in quello che sembrava essere un "attacco mirato" poco prima delle 7:00 ora locale. L'esplosione ha rotto le finestre del centro di test dell'ente sanitario regionale di Bovenkarspel, nell'Olanda settentrionale, poco prima della sua apertura. Solo una guardia di sicurezza era in servizio all'interno e non sono stati riportati feriti. L'emittente NOS ha detto che un tubo metallico è esploso all'esterno dell'edificio. Il portavoce della polizia Menno Hartenberg ha detto di aver trovato i resti di un dispositivo cilindrico di metallo delle dimensioni di circa quattro pollici, e che "deve essere stato collocato" lì. Ha detto: "Non sappiamo ancora esattamente cosa sia esploso. Gli esperti di esplosivi devono prima indagare"



Esplosione presso un centro di test Covid-19 nei Paesi Bassi - Video

Olanda, esplosione contro il laboratorio analisi per il coronavirus. La polizia: «Non è un incidente»

*Coronavirus, BASTA LOCKDOWN! L’appello di medici, epidemiologi e scienziati di tutto il mondo...“Dichiarazione di Great Barrington” contro le attuali misure anti-Covid

ALTRE PROTESTE IN OLANDA.....

Olanda, 3 marzo - Esplode ordigno artigianale "bomba a tubo" davanti al centro di test COVID-19 - Le restrizioni covid creeranno una Palestina in ogni Stato globale?

Olanda, 28 febbraio - La polizia scioglie il raduno di centinaia di persone che protestano contro le restrizioni COVID ad Amsterdam

Olanda 6 febbraio - I cittadini di Tilburg nei Paesi Bassi tengono una fiaccolata per condannare il coprifuoco COVID

Olanda, Amsterdam Domenica 31 gennaio - La polizia antisommossa ha cancellato domenica una manifestazione contro le restrizioni covid nel parco Museumplein

Olanda, 31 gennaio: centinaia di proteste contro il blocco, il coprifuoco COVID ad Apeldoorn

Paesi Bassi: scoppiano nuovi scontri tra manifestanti anti-coprifuoco e polizia…

In Olanda scoppia la guerra civile contro le restrizioni covid - La Germania teme attacchi ai centri di vaccinazione

Olanda, 25 gennaio: la brutalità della polizia per reprire le proteste contro il lockdown che feriscono con il cannone ad acqua una manifestante

Brutalità della polizia - La polizia olandese ha picchiato un manifestante che sta fuggendo dalla sc…

LIVE OLANDA in fiamme dopo le nuove restrizioni covid, 25 gennaio: le proteste anti-lockdown continuano a Rotterdam dopo una giornata di rivolte
https://www.facebook.com/InformareSenzaCensure/videos/155669732833388

Olanda, Eindhoven 24 gennaio: scoppia la guerriglia urbana contro le restrizione covid

Olanda, 24 gennaio: ecco come il regime sanitario globale agisce contro liberi cittadini..... Decine di arrestati mentre la polizia si scontra con manifestanti anti-blocco ad Amsterdam

Amsterdam, 24 gennaio: la polizia usa cannoni ad acqua e sevizia i liberi cittadini che in migliaia protestano contro le restrizioni covid

Covid ,Olanda...Rivolte in Urk 23 gennaio: in centinaia scendono in strada per protestare contro le restrizioni covid viene incendiano il luogo dei test GGD, sindaco emette un ordine di emergenza per il dispiegamento della polizia antisommossa.

STOP THE LOCKDOWN - Migliaia di persone protestano ad Amsterdam Museumplein - 17/01/21

Olanda: la polizia si scontra con i manifestanti mentre migliaia di persone si radunano contro …

Migliaia di persone protestano ad Amsterdam Museumplein - 17/01/21


Insegnante muore dopo pochi giorni dalla prima dose di vaccino Covid: aperta un'inchiesta



Un'insegnante di inglese di 62 anni, Anna Maria Mantile, è morta a Napoli  pochi giorni aver ricevuto la prima dose del vaccino anti Covid AstraZeneca e ora i suoi familiari vogliono appurare cosa sia accaduto. La donna insegnava inglese alla scuola media Cesare Pavese in via Domenico Fontana nella zona collinare di Napoli; sabato 27 febbraio le era stata iniettata la dose di vaccino AstraZeneca, come tanti altri insegnanti che in questo periodo si stanno sottoponendo alle vaccinazioni anti Covid alla Mostra d'Oltremare.

La docente aveva avvertito sintomi di spossatezza (inseriti tra le reazioni avverse) e nausea; aveva contattato il medico di famiglia che le aveva disposto un primo trattamento con una flebo per idratare l'organismo. Una manciata di ore dopo, l'aggravamento repentino:  problemi respiratori, arresto cardiaco e, purtroppo, il decesso.

I familiari, sgomenti, hanno presentato denuncia ai carabinieri della compagnia Vomero. I militari hanno disposto il sequestro della salma e l'autopsia sul corpo della donna: fondamentale, quest'ultima, proprio per capire l'esatta causa del decesso. Al momento nessuna ipotesi è esclusa, ma l'eventuale correlazione tra il decesso ed il vaccino è tutta da appurare: solo l'esame autoptico potrà fare chiarezza sul decesso della donna. Il pm di turno in Procura a Napoli è stato informato della vicenda e attende i risultati medici per stabilire se e come procedere ulteriormente.

La notizia del decesso della 62enne è deflagrata e tra insegnanti e sui social: nelle chat Whatsapp scolastiche dei docenti partenopei non si parla d'altro: proprio in questi giorni infatti gli insegnanti campani sono chiamati a sottoporsi al vaccino e seppure sulla vicenda nulla è chiarito e non è stabilito – non potrebbe del resto essere altrimenti – alcun nesso di causalità tra inoculazione e decesso, la storia rischia di impaurire molti prof che attendono di sottoporsi alla prima dose di AstraZeneca. Interpellata da Fanpage.it, l'Asl Napoli 1 Centro, competente per territorio, non ha inteso rilasciare dichiarazioni. 

https://www.napolitoday.it/cronaca/morta-vaccino-covid-insegnante-annamaria-mantile.html

https://www.today.it/citta/annamaria-mantile.html

https://www.fanpage.it/napoli/a-napoli-una-insegnante-muore-pochi-giorni-dopo-il-vaccino-covid-aperta-inchiesta/

Articoli che potrebbero interessarti

Germania, malori dopo il vaccino AstraZeneca: gli ospedali interrompono le somministrazioni ​nel Nord Reno-Westfalia

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/02/germania-malori-dopo-il-vaccino.html

Vaccino AstraZeneca ai vigili urbani di Roma, raffica di effetti collaterali

https://www.affaritaliani.it/roma/vaccino-astrazeneca-ai-vigili-urbani-di-roma-raffica-di-effetti-collaterali-724107.html

Coronavirus, Londra: vaccino Di Oxford Fallito Negli Studi Sugli Animali

http://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/05/coronavirus-londra-vaccino-di-oxford.html

Coronavirus, vaccino: dopo reazione avversa anomala stop temporaneo sperimentazione vaccino AstraZeneca

https://www.facebook.com/1475811642562584/videos/772548066898261

Vaccini Covid-19: un aggiornamento allarmante dall'Europa

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/08/vaccini-covid-19-un-aggiornamento.html

Coronavirus, la cavia di Moderna ... "Sta più male che in tutta la sua vita" dopo l'iniezione del vaccino sperimentale

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/06/coronavirus-la-cavia-di-moderna-la-piu-male.html

Ulteriori anomalie del vaccino contro il coronavirus di Oxford

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/06/ulteriori-anomalie-del-vaccino-contro.html

Vaccino Covid, al Buzzi di Milano (bambini come cavie) si sperimenterà il Johnson & Johnson sui bambini dai 2 mesi ai 18 anni, mentre il preparato dovrebbe essere approvato dall'Ema entro marzo

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/02/vaccino-covid-al-buzzi-di-milano.html


Sorveglianza vaccino covid - In un mese sono stati segnalati 7337 eventi avversi su un milione e mezzo di dosi somministrate, 13 decessi.

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/02/sorveglianza-vaccino-covid-in-un-mese.html

Spagna, sette anziani di una casa di riposo muoiono dopo il vaccino covid.... Il fabbricante di vaccini Pfizer (non c'è nessuna correlazione)

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/02/spagna-sette-anziani-di-una-casa-di.html

16 gennaio - La Norvegia registra "23 morti legate alla vaccinazione covid" e rivede le linee guida sugli anziani fragili

http://informaresenzacensure.blogspot.com/2019/02/il-farmaco-piu-venduto-della-pfizer-e.html

Vaccino Covid, muore anziana vaccinata in Rsa: poco dopo il vaccino ha una emorragia cerebrale e rash cutaneo

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/01/vaccino-covid-muore-anziana-vaccinata.html


Usa, medico di 56 anni muore due settimane dopo la prima dose di vaccino covid Pfizer

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/01/usa-medico-di-56-anni-muore-due.html


Vaccino covid19: l'infermiera sviene mentre parla ai giornalisti dopo essere stata vaccinata

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/12/vaccino-covid19-linfermiera-sviene.html


Il farmaco più venduto della Pfizer è un vaccino, grazie anche alla raccomandazione dei governi mentre il suo prezzo continua ad aumentare

http://informaresenzacensure.blogspot.com/2019/02/il-farmaco-piu-venduto-della-pfizer-e.html


Coronavirus, grave reazione allergica al vaccino Pfizer per due operatori sanitari in Alaska

https://www.corriere.it/salute/cardiologia/20_dicembre_17/coronavirus-grave-reazione-allergica-vaccino-pfizer-due-operatori-sanitari-alaska-170691f0-406a-11eb-b55d-be40d0705ed1.shtml

Sicurezza Vaccino Covid19: Il regolatore dei farmaci del Regno Unito afferma che chiunque abbia una storia di reazioni allergiche "significative" a cibo, medicine o vaccini non deve vaccinarsi

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/12/sicurezza-vaccino-covid19-il-regolatore.html


Giallo sull’infermiera portoghese morta dopo il vaccino. Il padre: “Era in perfetta salute”

https://www.secoloditalia.it/2021/01/giallo-sullinfermiera-portoghese-morta-dopo-il-vaccino-il-padre-era-in-perfetta-salute/


Infermiera in shock anafilattico dopo il vaccino a Caltagirone: asp informa l'Aifa

https://www.seguonews.it/infermiera-in-shock-anafilattico-dopo-il-vaccino-a-caltagirone-asp-informa-laifa


Paresi facciale dopo il vaccino anti Covid, ricoverata infermiera: perché non c’è da preoccuparsi

https://www.fanpage.it/attualita/paresi-facciale-dopo-il-vaccino-anti-covid-ricoverata-infermiera-perche-non-ce-da-preoccuparsi/

L'agenda del vaccino globalista di Gates: una vittoria per il settore farmaceutico e la vaccinazione obbligatoria
https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/04/lagenda-del-vaccino-globalista-di-gates.html

La pandemia di coronavirus serve a consolidare un'agenda globale?
https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/03/la-pandemia-di-coronavirus-serve.html

martedì 23 febbraio 2021

ARRIVA UN NUOVO STUDIO EUROPEO CHE METTE IN DUBBIO L’EFFICACIA DELLE MASCHERINE


In questi mesi ci siamo abituati ad una vera e propria ossessione per le mascherine, a tal punto che è stato suggerito di farle diventare un oggetto di moda o di indossarne due.

Le mascherine per proteggersi dal Covid19 servono oppure no? La risposta a questa domanda arriva da uno studio del Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie, un’agenzia indipendente dell’Unione europea.

Nello studio vengono analizzati quattro diversi dispositivi di protezione: la mascherina medica, la mascherina non-medica, le mascherine FFP2 e la visiera.

Vediamo nel dettaglio i risultati sull’efficacia dei dispositivi.

Nel caso della mascherina medica, la comune mascherina usa e getta, lo studio rivela un’efficacia quantificabile da “bassa a moderata”, sia per quanto riguarda la protezione della persona che la indossa che quella degli altri.

Per quanto riguarda la mascherina non-medica, ovvero la mascherina riutilizzabile e spesso fatta con materiali tessili, l’efficacia protettiva viene giudicata dallo studio “molto bassa”. La ricerca chiarisce che “l’evidenza riguardo la capacità di protezione delle maschere non-mediche per la prevenzione del Covid19 è scarsa”.

Un dato interessante riguarda le famose mascherine FFP2, obbligatorie in Germania e in Austria. In questo caso lo studio spiega che “sebbene queste mascherine abbiano una capacità di filtraggio maggiore rispetto alle altre e siano migliori rispetto alle mascherine mediche”, tuttavia l’effettiva protezione è stimata in “bassa”.

Infine, lo studio spiega che “mancano prove scientifiche sull’efficacia di visiere per la prevenzione del COVID-19”, utilizzate spesso da chi lavora nei locali pubblici o dagli insegnanti.. Al massimo mostrano una capacità protettiva nei confronti delle gocce di saliva più grandi, ma non quelle più piccole.

Lo studio in conclusione non dimentica di elencare gli effetti avversi dell’uso costante delle mascherine, tra i quali ansia, difficoltà respiratorie, eritemi e prurito.

La mascherina, avverte lo studio, può essere considerata un “mezzo complementare” da utilizzare in ambienti sovraffollati e in ambienti che prevedono la prossimità con altre persone.


https://www.byoblu.com/2021/02/23/arriva-lo-studio-europeo-che-mette-in-dubbio-lefficacia-delle-mascherine/


Coronavirus, BASTA LOCKDOWN! L’appello di medici, epidemiologi e scienziati di tutto il mondo...“Dichiarazione di Great Barrington” contro le attuali misure anti-Covid

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/10/coronavirus-basta-lockdown-lappello-di.html

Uso pubblico universale della maschera chirurgica e infezione virale respiratoria: I nostri risultati indicano che potrebbero esserci pochi effetti protettivi dell'uso abituale di questi dispositivi 

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/06/uso-pubblico-universale-della-maschera.html


Coronavirus: perchè obbligare ad usare la mascherina per proteggersi dal virus se per la scienza è inutile

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/06/coronavirus-perche-obbligare-ad-usare.html


Rischia la vita e si fa una settimana di coma a causa della mascherina: 13enne asmatica intossicata dall'anidride carbonica

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/07/rischia-la-vita-causa-della-mascherina.html


Coronavirus: mascherina indossata per troppo tempo, studente si sente male a scuola

http://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/10/coronavirus-mascherina-indossata-per.html


NEANCHE L'OMS LO CONSIGLIA! OBBLIGO MASCHERINA PER TUTTI È SENZA FONDAMENTO" ► Fabio Duranti

https://www.facebook.com/InformareSenzaCensure/videos/658203181536858


CORONAVIRUS: L’OBBLIGO DELLE MASCHERINE AI BAMBINI, Gli studi dimostrano i rischi

https://www.facebook.com/InformareSenzaCensure/videos/244690443460745

lunedì 22 febbraio 2021

Germania, malori dopo il vaccino AstraZeneca: gli ospedali interrompono le somministrazioni ​nel Nord Reno-Westfalia



Germania, malori dopo il vaccino AstraZeneca: gli ospedali interrompono le somministrazioni ​nel Nord Reno-Westfalia. Ma non finisce qui con il colpo di AstraZeneca l'ultimo ad essere lanciato, le autorità sanitarie in Francia hanno emesso una guida da seguire dopo la vaccinazione e anche due regioni in Svezia hanno sospeso le vaccinazioni. ( Reuters )

Malori dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca in Germania e gli ospedali interrompono le vaccinazioni. Il vaccino AstraZeneca, secondo quanto riporta il quotidiano Die Welt , ha innescato degli effetti collaterali più forti nel Nord Reno-Westfalia. A Braunschweig ed Emden, i dipendenti di cliniche e ospedali hanno riferito di non essere in grado di lavorare dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca. Tanto è bastato per sospendere temporaneamente la vaccinazione, mentre l'Istituto Paul Ehrlich esamina i casi.

Effetti collaterali

Un numero elevato di dipendenti dell'ospedale duchessa Elisabetta di Braunschweig vaccinati con le dosi AstraZeneca, riporta Die Welt, ha manifestato effetti collaterali. L'ospedale della ha così annunciato la sospensione e il rinvio delle vaccinazioni. Lo stesso è stato deciso nel distretto di Leer.

Le reazioni al vaccino

Sono 88 i dipendenti della clinica di Braunschweig vaccinati lo scorso giovedì, e 37 di loro non è stato in grado di presentarsi al lavoro a lavorare  causa delle reazioni al vaccino. Anche i dipendenti della clinica Emden hanno riferito di essersi ammalati dopo le vaccinazioni. Di conseguenza, il distretto di Leer ha annunciato che non avrebbe più somministrato il vaccino AstraZeneca sostenendo che «le dosi di vaccino probabilmente provengono dallo stesso lotto consegnato a Emden».

Secondo il Robert Koch Institute (RKI), le reazioni possono verificarsi sia con i vaccini basati su Rna mesaggero come Pfizer/Biontech e Moderna, sia con il vaccino AstraZeneca, non basato su Rna mesaggero ma su vettori. Il capo della squadra di crisi in Bassa Sassonia, Heiger Scholz, è rimasto sorpreso dall'aumento degli effetti collaterali. 


https://www.ilmessaggero.it/salute/focus/astrazeneca_malori_vaccino_ospedali_interrompono_vaccinazioni_germania_cosa_succede_ultima_ora_17_febbraio_2021-5772491.html

Vaccino Covid, al Buzzi di Milano (bambini come cavie) si sperimenterà il Johnson & Johnson sui bambini dai 2 mesi ai 18 anni, mentre il preparato dovrebbe essere approvato dall'Ema entro marzo

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/02/vaccino-covid-al-buzzi-di-milano.html


Sorveglianza vaccino covid - In un mese sono stati segnalati 7337 eventi avversi su un milione e mezzo di dosi somministrate, 13 decessi.

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/02/sorveglianza-vaccino-covid-in-un-mese.html

Spagna, sette anziani di una casa di riposo muoiono dopo il vaccino covid.... Il fabbricante di vaccini Pfizer (non c'è nessuna correlazione)

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/02/spagna-sette-anziani-di-una-casa-di.html

16 gennaio - La Norvegia registra "23 morti legate alla vaccinazione covid" e rivede le linee guida sugli anziani fragili

http://informaresenzacensure.blogspot.com/2019/02/il-farmaco-piu-venduto-della-pfizer-e.html

Vaccino Covid, muore anziana vaccinata in Rsa: poco dopo il vaccino ha una emorragia cerebrale e rash cutaneo

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/01/vaccino-covid-muore-anziana-vaccinata.html


Usa, medico di 56 anni muore due settimane dopo la prima dose di vaccino covid Pfizer

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2021/01/usa-medico-di-56-anni-muore-due.html


Vaccino covid19: l'infermiera sviene mentre parla ai giornalisti dopo essere stata vaccinata

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/12/vaccino-covid19-linfermiera-sviene.html


Il farmaco più venduto della Pfizer è un vaccino, grazie anche alla raccomandazione dei governi mentre il suo prezzo continua ad aumentare

http://informaresenzacensure.blogspot.com/2019/02/il-farmaco-piu-venduto-della-pfizer-e.html


Coronavirus, grave reazione allergica al vaccino Pfizer per due operatori sanitari in Alaska

https://www.corriere.it/salute/cardiologia/20_dicembre_17/coronavirus-grave-reazione-allergica-vaccino-pfizer-due-operatori-sanitari-alaska-170691f0-406a-11eb-b55d-be40d0705ed1.shtml

Sicurezza Vaccino Covid19: Il regolatore dei farmaci del Regno Unito afferma che chiunque abbia una storia di reazioni allergiche "significative" a cibo, medicine o vaccini non deve vaccinarsi

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/12/sicurezza-vaccino-covid19-il-regolatore.html


Giallo sull’infermiera portoghese morta dopo il vaccino. Il padre: “Era in perfetta salute”

https://www.secoloditalia.it/2021/01/giallo-sullinfermiera-portoghese-morta-dopo-il-vaccino-il-padre-era-in-perfetta-salute/


Infermiera in shock anafilattico dopo il vaccino a Caltagirone: asp informa l'Aifa

https://www.seguonews.it/infermiera-in-shock-anafilattico-dopo-il-vaccino-a-caltagirone-asp-informa-laifa


Paresi facciale dopo il vaccino anti Covid, ricoverata infermiera: perché non c’è da preoccuparsi

https://www.fanpage.it/attualita/paresi-facciale-dopo-il-vaccino-anti-covid-ricoverata-infermiera-perche-non-ce-da-preoccuparsi/


mercoledì 17 febbraio 2021

STUDIO DELL’UNIVERSITÀ DI STANFORD: IL LOCKDOWN E LE MISURE RESTRITTIVE NON HANNO NESSUN FONDAMENTO SCIENTIFICO

 

Basta lockdwn, ecco perché. Parola di professori, medici, epidemiologi e scienziati della salute pubblica. A testimonianza che il lockdown non aveva nessun fondamento scientifico ma era solo una mossa politica ed economica attuata dai nostri governi per perseguire progetti dettati da poteri oscuri.

17/02/2021 – Per lunghi mesi l’Italia e numerosi paesi europei sono stati sottoposti al lockdown.

Si tratta di una misura estrema messa in atto dai governi per cercare di ridurre i contagi da Covid19. In alcune nazioni, come i Paesi Bassi, il lockdown e il coprifuoco non si vedevano dalla fine della II guerra mondiale. Ora arriva uno studio dell’Università di Stanford a decretare che il lockdown non funziona. Confrontando i dati di diversi Paesi, lo studio non ha rilevato “alcun effetto benefico significativo” dai confinamenti in casa e dalla chiusura delle attività commerciali.

La ricerca è stata pubblicata il 5 gennaio scorso sull’European Journal of Clinical Investigation, che nel dettaglio ha esaminato le misure di Inghilterra, Francia, Germania, Iran, Italia, Paesi Bassi, Spagna, Stati Uniti, Corea del Sud e Svezia. Nel caso dell’Inghilterra, Francia, Germania e Italia si è trattato di misure fortemente restrittive, mentre la Svezia ha deciso di perseguire una politica completamente diversa, rinunciando alle misure draconiane degli altri paesi.

“Sebbene non si possano escludere vantaggi di piccola entità, non troviamo benefici significativi nell’utilizzo di misure restrittive come i lockdown. La riduzione dei casi di contagio può essere ottenuta con interventi meno restrittivi” – scrivono i ricercatori nella conclusione dello studio.

In Italia il lockdown è stato richiesto a gran voce da Walter Ricciardi, Massimo Galli, Andrea Crisanti e Fabrizio Pregliasco. Il risultato di questo tipo di misure è stata la messa in crisi di interi settori dell’economia, nonché le proteste scoppiate in tutte le maggiori città italiane ed europee. Ora arriva lo studio dell’Università di Stanford a mettere in dubbio un modello di gestione della crisi sanitaria che ha portato più danni che benefici. 


https://www.byoblu.com/2021/02/17/studio-delluniversita-di-stanford-il-lockdown-e-le-misure-restrittive-non-servono/

Tra gli scienziati di questo studio vedo 
Jay Bhattacharya, MD, PhD , un esperto di politica sanitaria pubblica sulle malattie infettive e che è professore alla Stanford University. Che è stato firmatario della “Dichiarazione di Great Barrington”

Coronavirus, BASTA LOCKDOWN! L’appello di medici, epidemiologi e scienziati di tutto il mondo...“Dichiarazione di Great Barrington” contro le attuali misure anti-Covid

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2020/10/coronavirus-basta-lockdown-lappello-di.html

Per chi vuole leggersi lo studio tradotto in italiano....


Astratto

Contesto e obiettivi

Gli interventi non farmaceutici (NPI) più restrittivi per il controllo della diffusione del COVID ‐ 19 sono la permanenza a domicilio e le chiusure aziendali obbligatorie. Date le conseguenze di queste politiche, è importante valutarne gli effetti. Valutiamo gli effetti sulla crescita dei casi epidemici di NPI più restrittivi (mrNPI), al di sopra e al di là di quelli di NPI meno restrittivi (lrNPI).

Metodi

Per prima cosa stimiamo la crescita del caso COVID-19 in relazione a qualsiasi implementazione di NPI nelle regioni subnazionali di 10 paesi: Inghilterra, Francia, Germania, Iran, Italia, Paesi Bassi, Spagna, Corea del Sud, Svezia e Stati Uniti. Utilizzando modelli di prima differenza con effetti fissi, isoliamo gli effetti degli mrNPI sottraendo gli effetti combinati degli lrNPI e delle dinamiche epidemiche da tutti gli NPI. Usiamo la crescita dei casi in Svezia e Corea del Sud, 2 paesi che non hanno implementato la permanenza a domicilio e le chiusure aziendali obbligatorie, come paesi di confronto per gli altri 8 paesi (16 confronti totali).

Risultati

L'implementazione di eventuali NPI è stata associata a riduzioni significative della crescita dei casi in 9 paesi studiati su 10, tra cui Corea del Sud e Svezia che hanno implementato solo gli NPI (la Spagna ha avuto un effetto non significativo). Dopo aver sottratto gli effetti epidemici e lrNPI, non troviamo alcun effetto benefico chiaro e significativo degli mrNPI sulla crescita dei casi in nessun paese. In Francia, ad esempio, l'effetto degli mrNPI è stato del + 7% (IC 95%: −5% ‐19%) rispetto alla Svezia e del + 13% (−12% ‐38%) rispetto alla Corea del Sud (valori medi positivi pro ‐ contagio). Gli intervalli di confidenza al 95% hanno escluso un calo del 30% in tutti i 16 confronti e un calo del 15% nei confronti 11/16.

Conclusioni

Sebbene non si possano escludere piccoli benefici, non troviamo benefici significativi sulla crescita dei casi di NPI più restrittivi. Riduzioni simili nella crescita del caso possono essere ottenute con interventi meno restrittivi.

1. INTRODUZIONE

La diffusione del COVID ‐ 19 ha portato a molteplici risposte politiche che mirano a ridurre la trasmissione della SARS ‐ CoV ‐ 2. L'obiettivo principale di questi cosiddetti interventi non farmaceutici (NPI) è ridurre la trasmissione in assenza di opzioni farmaceutiche al fine di ridurre la morte, le malattie e il sovraccarico del sistema sanitario. Alcune delle politiche NPI più restrittive includono ordini obbligatori per la permanenza a casa e la chiusura dell'attività ("blocchi"). L'adozione precoce di questi interventi non farmaceutici più restrittivi (mrNPI) all'inizio del 2020 è stata giustificata a causa della rapida diffusione della malattia, dei sistemi sanitari sopraffatti in alcuni luoghi colpiti e della sostanziale incertezza sulla morbilità e mortalità del virus. 1

A causa dei potenziali effetti nocivi per la salute di mrNPI, tra cui la fame, 2 overdosi da oppiacei legati, 3 vaccinazioni perse, 4 , 5 aumento delle malattie non COVID dai servizi sanitari perse, 6 - 9 abusi domestici, 10 la salute mentale e la suicidalità, 11 , 12 e una serie di conseguenze economiche con implicazioni per la salute 13 , 14—È sempre più riconosciuto che i loro benefici postulati meritano uno studio attento. Un approccio per valutare i benefici dell'NPI utilizza approcci di modellizzazione della malattia. Un'importante analisi di modellazione ha stimato che, in tutta Europa, gli mrNPI rappresentavano l'81% della riduzione del numero di riproduzione effettiva ( urna: x-wiley: 00142972: media: eci13484: eci13484-math-0001), una misura della trasmissione della malattia. 15 Tuttavia, in assenza di una valutazione empirica delle politiche, i loro effetti sulla trasmissione ridotta si presume piuttosto che valutati. 16 , 17 Tale analisi attribuisce quasi tutta la riduzione della trasmissione all'ultimo intervento, qualunque sia stato l'ultimo intervento, i blocchi completi in Francia o il divieto di eventi pubblici in Svezia. 16

Un altro approccio più empiricamente fondato per valutare gli effetti dell'NPI utilizza modelli di regressione statistica e sfrutta la variazione nella posizione e nei tempi delle implementazioni degli NPI per identificare i cambiamenti nella diffusione dell'epidemia seguendo varie politiche. 18 Questi studi empirici rilevano grandi riduzioni del tasso di crescita di nuovi casi attribuibili agli NPI. Una sfida importante con queste analisi è che utilizzano i tassi di crescita pre ‐ policy per determinare la traiettoria "controfattuale" di nuovi casi - il tasso di crescita previsto dei casi in assenza di NPI. Ciò è problematico perché è ampiamente riconosciuto che le dinamiche epidemiche variano nel tempo e che i freni alla trasmissione della malattia si verificano senza alcun intervento (attraverso la risoluzione delle infezioni), nonché a causa di cambiamenti di comportamento non correlati agli NPI. 1920 Queste dinamiche epidemiche sono dimostrate da un'analisi che mostra che il rallentamento della crescita epidemica COVID-19 era simile in molti contesti, in un modo più coerente con le dinamiche naturali rispetto alle prescrizioni politiche. 21

Queste sfide suggeriscono che la valutazione dell'impatto degli mrNPI è importante, ma difficile. Proponiamo un approccio che bilancia i punti di forza delle analisi empiriche tenendo in considerazione le dinamiche epidemiche sottostanti. Confrontiamo la diffusione dell'epidemia in luoghi che hanno implementato mrNPI con controfattuali che hanno implementato solo NPI meno restrittivi (lrNPI). In questo modo, potrebbe essere possibile isolare il ruolo degli mrNPI, al netto degli lrNPI e delle dinamiche epidemiche.

Qui, usiamo Svezia e Corea del Sud come controfattuali per isolare gli effetti degli mrNPI nei paesi che hanno implementato mrNPI e lrNPI. A differenza della maggior parte dei suoi vicini che hanno implementato chiusure obbligatorie per la permanenza a casa e le attività commerciali, l'approccio della Svezia nelle prime fasi della pandemia si è basato interamente sugli lrNPI, comprese le linee guida per le distanze sociali, lo scoraggiamento dei viaggi internazionali e nazionali e il divieto di grandi raduni. 22 , 23 Anche la Corea del Sud non ha implementato gli mrNPI. La sua strategia si basava su investimenti intensivi in ​​test, tracciamento dei contatti e isolamento dei casi infetti e contatti stretti. 24 , 25

2 METODI

Isoliamo l'effetto di NPI più restrittivi (mrNPI) confrontando la dimensione dell'effetto combinato di tutti gli NPI in 8 paesi che hanno implementato politiche più restrittive (Inghilterra, Francia, Germania, Iran, Italia, Paesi Bassi, Spagna e Stati Uniti) con il dimensione dell'effetto di tutti gli NPI nei 2 paesi che hanno implementato solo NPI meno restrittivi (lrNPI). In effetti, seguiamo lo schema generale:
urna: x-wiley: 00142972: media: eci13484: eci13484-math-0002

Analizziamo solo questi paesi perché l'analisi dipende da dati subnazionali, che erano disponibili solo per quei paesi, come spiegato più avanti.

Il modello concettuale alla base di questo approccio è che, prima di un'immunità significativa della popolazione, il comportamento individuale è il motore principale della riduzione della velocità di trasmissione e che qualsiasi NPI può fornire una spinta verso il cambiamento del comportamento individuale, con tassi di risposta che variano da individuo a individuo e nel tempo . Gli lrNPI potrebbero avere ampi effetti anti ‐ contagio se la risposta comportamentale individuale è ampia, nel qual caso gli NPI aggiuntivi e più restrittivi potrebbero non fornire molti benefici aggiuntivi. D'altra parte, se gli lrNPI forniscono spinte relativamente piccole al comportamento individuale, allora gli mrNPI possono provocare ampi effetti comportamentali ai margini e grandi riduzioni nella crescita di nuovi casi. Tuttavia, poiché le dinamiche epidemiche sottostanti sono caratterizzate in modo impreciso e sono importanti per stimare gli effetti delle politiche,

Stimiamo gli effetti unici degli mrNPI sul tasso di crescita dei casi durante la primavera del 2020 nell'emisfero settentrionale in Inghilterra, Francia, Germania, Iran, Italia, Paesi Bassi, Spagna e Stati Uniti confrontando l'effetto degli NPI in questi paesi con quelli in Svezia e Corea del Sud (separatamente). I dati che utilizziamo si basano su un'analisi degli effetti dell'NPI e consistono in numeri di casi giornalieri nelle regioni amministrative subnazionali di ciascun paese (ad es. Regioni in Francia, province in Iran, stati negli Stati Uniti e contee in Svezia), uniti al tipo e tempistica delle politiche in ciascuna regione amministrativa. 18 , 26 Utilizziamo i dati di una banca dati delle politiche COVID-19 e precedenti analisi degli impatti delle politiche per determinare la tempistica e l'ubicazione di ogni NPI. 18 , 27Ogni osservazione nei dati, poi, è identificata dalla regione amministrativa subnazionale e dalla data, con i dati sul numero di casi in quella data e gli indicatori che caratterizzano la presenza di ciascuna politica. Includiamo indicatori per i cambiamenti nelle definizioni dei casi o nelle tecnologie di test per catturare cambiamenti improvvisi nei conteggi dei casi che non sono il risultato dell'epidemia sottostante (questi sono per lo più indicatori di un giorno), come suggerito in un'analisi precedente. 18

Definiamo la variabile dipendente come la differenza giornaliera nel logaritmo naturale del numero di casi confermati, che approssima il tasso di crescita giornaliero delle infezioni ( urna: x-wiley: 00142972: media: eci13484: eci13484-math-0003). Stimiamo quindi i seguenti modelli lineari:
urna: x-wiley: 00142972: media: eci13484: eci13484-math-0004

I termini del modello sono indicizzati per paese ( urna: x-wiley: 00142972: media: eci13484: eci13484-math-0005), unità subnazionale ( urna: x-wiley: 00142972: media: eci13484: eci13484-math-0006), giorno ( urna: x-wiley: 00142972: media: eci13484: eci13484-math-0007) e indicatore NPI ( urna: x-wiley: 00142972: media: eci13484: eci13484-math-0008urna: x-wiley: 00142972: media: eci13484: eci13484-math-0009È una serie di effetti fissi per l'unità subnazionale ed urna: x-wiley: 00142972: media: eci13484: eci13484-math-0010è effetti fissi del giorno della settimana specifici del paese. I parametri di sono di interesse urna: x-wiley: 00142972: media: eci13484: eci13484-math-0011, che identificano l'effetto di ciascuna politica sul tasso di crescita dei casi.Il parametro urna: x-wiley: 00142972: media: eci13484: eci13484-math-0012è un indicatore giornaliero che modella i cambiamenti nelle definizioni dei casi che si traducono in brevi discontinuità nei conteggi dei casi che non sono dovuti a cambiamenti epidemici sottostanti.

Stimiamo questi modelli separatamente per ogni coppia di paesi (uno con mrNPI, uno senza), per un totale di 16 modelli. Aggiungiamo quindi i coefficienti di tutte le politiche per il paese con mrNPI (che producono gli effetti combinati di tutti gli NPI nel paese mrNPI) e sottraiamo gli effetti combinati di tutti gli NPI nel paese di confronto senza mrNPI. Come notato sopra, la differenza isola l'effetto degli mrNPI sui tassi di crescita dei casi. Stimiamo errori standard robusti in tutto, con clustering a livello di giorno della settimana per tenere conto della correlazione seriale.

È importante notare che, poiché il numero reale di infezioni non è visibile in nessun paese, è impossibile valutare l'impatto delle politiche nazionali sulla trasmissione o sulle nuove infezioni. 28 Invece, seguiamo altri studi che valutano gli effetti degli NPI che utilizzano numeri di casi, assumendo implicitamente che le loro dinamiche osservate possano rappresentare un'ombra coerente delle dinamiche di infezione sottostanti. 18

Il codice per la preparazione, l'analisi e la visualizzazione dei dati è fornito insieme all'articolo ( Materiale Supplementare ).

3. RISULTATI

Il tasso di crescita nei nuovi casi prima dell'implementazione di qualsiasi NPI è stato positivo in tutti i paesi dello studio (Figura  1 ). La figura mostra che, in tutte le unità subnazionali in tutti i dieci paesi, il tasso di crescita medio prima degli NPI variava da 0,23 in Spagna (23% di crescita giornaliera; 95% CI: da 0,13 a 0,34) a 0,47 (95% CI: da 0,39 a 0,55 ) In Olanda. La media in tutti i 10 paesi era 0,32 e in Corea del Sud e Svezia, i 2 paesi senza mrNPI, i tassi di crescita pre ‐ NPI erano rispettivamente 0,25 e 0,33. La variazione dei tassi di crescita pre ‐ policy nei casi può riflettere l'intensità dell'epidemia, la copertura dei test (una crescita più elevata può essere un riflesso dell'espansione della capacità di test e di un numero maggiore di persone che desiderano essere testate) e cambiamenti comportamentali pre ‐ policy che hanno portato a una maggiore o minore trasmissione .

Immagine
Tasso di crescita nei casi per i paesi di studio. Le barre nere mostrano il tasso di crescita medio nei casi in ciascuna unità subnazionale (IC 95%) prima di qualsiasi politica implementata. Le cifre a destra mostrano il tasso di crescita giornaliero nei casi per ciascuno dei paesi e dimostrano il declino condiviso nella crescita dei casi in tutti i paesi, compresi i paesi che non hanno implementato gli mrNPI (Corea del Sud e Svezia)

Figure  2 e 3 e dimostrano gli effetti dei singoli NPI (Figura  2 ) e di tutti gli NPI combinati (Figura  3 ) sulla crescita giornaliera nel conteggio dei casi. Mentre gli effetti di 3 singoli NPI sono stati positivi, ovvero hanno contribuito paradossalmente alla crescita dei casi, e significativi (uno in Germania, uno in Italia e uno in Spagna, su 51 singoli NPI in tutti i 10 paesi), gli effetti di circa la metà dei singoli NPI erano negativi e significativi. Gli effetti combinati di tutti gli NPI (Figura  3) erano negativi e significativi in ​​9 paesi su 10, dove i loro effetti combinati andavano da −0,10 (IC 95%: −0,06 a −0,13) in Inghilterra a −0,33 (IC 95%: da −0,09 a −0,57) in Corea . La Spagna è stato l'unico paese in cui l'effetto degli NPI non era distinguibile da 0 (−0,02; IC 95%: da −0,12 a 0,07).

Immagine
Effetti dei singoli NPI in tutti i paesi dello studio. La variazione nella tempistica e nel luogo di implementazione degli NPI ci consente di identificare gli effetti dei singoli NPI sul tasso di crescita giornaliero dei casi. Laddove più NPI sono stati implementati simultaneamente (nello stesso giorno) in tutte le unità subnazionali (ad es. Chiusura scolastica, lavoro da casa e nessuna riunione privata in Spagna), il loro effetto complessivo non può essere identificato individualmente e viene mostrato combinato
Immagine
Effetti combinati di tutti gli NPI nei paesi di studio. La stima puntuale e l'IC al 95% dell'effetto combinato degli NPI sul tasso di crescita nei casi, stimato da una combinazione di NPI individuali. Le stime mostrano effetti significativi in ​​tutti i paesi ad eccezione della Spagna e vanno da un calo del 33% (9% -57%) in Corea del Sud al 10% (6% -13%) in Inghilterra. Anche la stima puntuale dell'effetto in Spagna è negativa ma piccola (2%) e non significativa

Figura  4mostra l'effetto degli mrNPI negli 8 paesi in cui sono stati implementati gli mrNPI, dopo aver tenuto conto degli effetti degli lrNPI e delle dinamiche epidemiche sottostanti. In nessuno degli 8 paesi e in nessuno dei 16 confronti (contro Svezia o Corea del Sud) gli effetti degli mrNPI sono stati significativamente negativi (benefici). Le stime puntuali erano positive (punto nella direzione di mrNPI con conseguente aumento della crescita giornaliera nei casi) in 12 su 16 confronti (significativamente positivi in ​​3 su 12, in Spagna e in Inghilterra rispetto alla Svezia). L'unico paese in cui le stime puntuali degli effetti degli mrNPI sono state negative in entrambi i confronti è stato l'Iran (−0,07 [IC 95%: da −0,21 a 0,07] rispetto alla Svezia; −0,02 [IC 95%: da −0,28 a 0,25] rispetto a Corea del Sud). Gli intervalli di confidenza al 95% hanno escluso una riduzione del 30% della crescita giornaliera in tutti i 16 confronti.

Immagine
Effetto degli mrNPI sui tassi di crescita giornalieri dopo aver tenuto conto degli effetti degli lrNPI in Corea del Sud e Svezia. In nessun confronto c'è evidenza di riduzione dei tassi di crescita dei casi da mrNPI, in qualsiasi paese. Le stime puntuali sono positive (punto nella direzione degli mrNPI con conseguente aumento della crescita giornaliera nei casi) in 12 su 16 confronti

4. DISCUSSIONE

Nel quadro di questa analisi, non ci sono prove che interventi non farmaceutici più restrittivi (`` blocchi '') abbiano contribuito in modo sostanziale a piegare la curva di nuovi casi in Inghilterra, Francia, Germania, Iran, Italia, Paesi Bassi, Spagna o Stati Uniti in all'inizio del 2020. Confrontando l'efficacia degli NPI sui tassi di crescita dei casi nei paesi che hanno implementato misure più restrittive con quelli che hanno implementato misure meno restrittive, l'evidenza non indica che gli mrNPI hanno fornito ulteriori vantaggi significativi oltre e oltre gli lrNPI. Sebbene modeste diminuzioni della crescita giornaliera (inferiori al 30%) non possano essere escluse in alcuni paesi, la possibilità di grandi diminuzioni della crescita giornaliera dovute agli mrNPI è incompatibile con i dati accumulati.

La direzione della dimensione dell'effetto nella maggior parte degli scenari punta verso un aumento del tasso di crescita del caso, sebbene queste stime siano distinguibili solo da zero in Spagna (coerente con l'effetto non benefico dei blocchi). Solo in Iran le stime puntano costantemente nella direzione di un'ulteriore riduzione del tasso di crescita, ma questi effetti sono statisticamente indistinguibili da zero. Sebbene sia difficile trarre conclusioni definitive da queste stime, esse sono coerenti con una recente analisi che ha identificato un aumento della trasmissione a livello di popolazione e casi in Hunan, Cina, durante il periodo degli ordini di soggiorno a casa, attribuiti a un aumento densità e trasmissione. 29In altre parole, è possibile che gli ordini casalinghi possano facilitare la trasmissione se aumentano il contatto da persona a persona laddove la trasmissione è efficiente come gli spazi chiusi.

Il nostro studio si basa sui risultati dell'efficacia complessiva degli NPI nel ridurre il tasso di crescita dei casi. Ciò ha un plausibile meccanismo comportamentale sottostante: gli NPI sono motivati ​​dalla nozione che portano a cambiamenti del comportamento anti-contagio, sia direttamente attraverso la compliance personale con gli interventi, sia fornendo un segnale sul rischio di malattia, come comunicato dai responsabili politici, che viene utilizzato nel decidere i comportamenti individuali. Il grado in cui le comunicazioni di rischio motivano i comportamenti personali è stato utilizzato per spiegare la risposta della Corea del Sud agli NPI, dove sono stati osservati grandi cambiamenti del comportamento personale a seguito di NPI meno restrittivi. 30

Questa analisi collega insieme le osservazioni sulla possibile efficacia degli NPI con i cambiamenti nella crescita dei casi epidemici COVID-19 che appaiono sorprendentemente simili nonostante l'ampia variazione nelle politiche nazionali. 31 - 33 Il nostro modello comportamentale degli NPI - che la loro efficacia dipende dal comportamento individuale per il quale le politiche forniscono una spinta rumorosa - aiuta a spiegare perché il grado di restrittività degli NPI non sembra spiegare il declino del tasso di crescita del caso. I dati sui comportamenti individuali come visite ad aziende, camminare o guidare mostrano drastiche riduzioni da giorni a settimane prima dell'implementazione delle chiusure aziendali e degli ordini di soggiorno obbligatori nei nostri paesi di studio, in linea con i meccanismi comportamentali sopra indicati. 34 - 36Queste osservazioni sono coerenti con un modello in cui la gravità del rischio percepito dagli individui era un driver più forte dei comportamenti anti ‐ contagio rispetto alla natura specifica degli NPI. In altre parole, le riduzioni nelle attività sociali che hanno portato alla riduzione della crescita del caso si verificava prima dell'implementazione degli mrNPI perché le popolazioni nei paesi colpiti stavano internalizzando l'impatto della pandemia in Cina, Italia e New York, e notando una serie crescente di raccomandazioni per ridurre i contatti sociali, il tutto prima degli mrNPI. Ciò potrebbe anche spiegare le dimensioni degli effetti altamente variabili dello stesso NPI in paesi diversi. Ad esempio, gli effetti dei divieti di viaggio internazionali sono stati positivi (inutili) in Germania e negativi (vantaggiosi) nei Paesi Bassi (figura  2 ).

Sebbene questo studio metta in dubbio qualsiasi conclusione definitiva circa l'efficacia degli NPI restrittivi, sottolinea anche l'importanza di valutazioni più definitive degli effetti degli NPI. Gli NPI possono anche avere danni, oltre a vantaggi discutibili, e i danni possono essere più evidenti per alcuni NPI che per altri. Ad esempio, la chiusura delle scuole può causare danni molto gravi, stimati in un equivalente di 5,5 milioni di anni di vita per i bambini negli Stati Uniti durante le sole chiusure scolastiche primaverili. 37 Le considerazioni sui danni dovrebbero svolgere un ruolo preminente nelle decisioni politiche, soprattutto se un NPI è inefficace nel ridurre la diffusione delle infezioni. Da notare, la Svezia non ha chiuso le scuole primarie per tutto il 2020 al momento della stesura di questo documento.

Sebbene non troviamo prove di ampi effetti anti ‐ contagio da politiche obbligatorie di permanenza a casa e di chiusura aziendale, dovremmo riconoscere che i dati e i metodi sottostanti hanno importanti limitazioni. In primo luogo, i confronti tra paesi sono difficili: i paesi possono avere regole, culture e relazioni diverse tra governo e cittadini. Per questo motivo, abbiamo raccolto informazioni su tutti i paesi per i quali erano disponibili dati subnazionali sulla crescita dei casi. Naturalmente, queste differenze possono esistere anche tra le unità subnazionali, come dimostrato nel caso di diversi stati negli Stati Uniti. Altri paesi potrebbero fornire maggiori prove, in particolare paesi che hanno avuto una significativa penetrazione epidemica e non hanno utilizzato mrNPI per il controllo dell'epidemia. In secondo luogo, il conteggio dei casi confermati è una misura rumorosa della trasmissione della malattia. La disponibilità di test, la richiesta personale o la paura di essere sottoposti a test, le linee guida per test, le caratteristiche del test mutevoli e l'evoluzione virale interferiscono tutti nella relazione tra le infezioni sottostanti e il conteggio dei casi. Poiché l'ubicazione e la tempistica delle politiche sono endogene allo stadio epidemico percepito, il rumore nel conteggio dei casi è associato alle politiche, rendendo possibile il pregiudizio e molto difficile da sradicare. L'approccio a effetti fissi fornisce stime imparziali fintanto che l'ubicazione o la tempistica delle politiche è quasi arbitraria rispetto al risultato. Ciò potrebbe non essere valido in questa valutazione degli effetti dell'NPI perché le dinamiche epidemiche sottostanti non sono lineari e le politiche rispondono e modificano lo stadio dell'epidemia. Questa limitazione vale anche per tutte le altre valutazioni empiriche degli effetti degli NPI. la richiesta personale o la paura di sottoporsi al test, le linee guida del test, il cambiamento delle caratteristiche del test e l'evoluzione virale interferiscono tutti nella relazione tra le infezioni sottostanti e il conteggio dei casi. Poiché l'ubicazione e la tempistica delle politiche sono endogene allo stadio epidemico percepito, il rumore nel conteggio dei casi è associato alle politiche, rendendo possibile il pregiudizio e molto difficile da sradicare. L'approccio a effetti fissi fornisce stime imparziali fintanto che l'ubicazione o la tempistica delle politiche è quasi arbitraria rispetto al risultato. Ciò potrebbe non essere valido in questa valutazione degli effetti dell'NPI perché le dinamiche epidemiche sottostanti non sono lineari e le politiche rispondono e modificano lo stadio dell'epidemia. Questa limitazione vale anche per tutte le altre valutazioni empiriche degli effetti degli NPI. la richiesta personale o la paura di sottoporsi al test, le linee guida del test, il cambiamento delle caratteristiche del test e l'evoluzione virale interferiscono tutti nella relazione tra le infezioni sottostanti e il conteggio dei casi. Poiché l'ubicazione e la tempistica delle politiche sono endogene allo stadio epidemico percepito, il rumore nel conteggio dei casi è associato alle politiche, rendendo possibile il pregiudizio e molto difficile da sradicare. L'approccio a effetti fissi fornisce stime imparziali fintanto che l'ubicazione o la tempistica delle politiche è quasi arbitraria rispetto al risultato. Ciò potrebbe non essere valido in questa valutazione degli effetti dell'NPI perché le dinamiche epidemiche sottostanti non sono lineari e le politiche rispondono e modificano lo stadio dell'epidemia. Questa limitazione vale anche per tutte le altre valutazioni empiriche degli effetti degli NPI. il cambiamento delle caratteristiche del test e l'evoluzione virale interferiscono tutti nella relazione tra le infezioni sottostanti e il conteggio dei casi. Poiché l'ubicazione e la tempistica delle politiche sono endogene allo stadio epidemico percepito, il rumore nel conteggio dei casi è associato alle politiche, rendendo possibile il pregiudizio e molto difficile da sradicare. L'approccio a effetti fissi fornisce stime imparziali fintanto che l'ubicazione o la tempistica delle politiche è quasi arbitraria rispetto al risultato. Ciò potrebbe non essere valido in questa valutazione degli effetti dell'NPI perché le dinamiche epidemiche sottostanti non sono lineari e le politiche rispondono e modificano lo stadio dell'epidemia. Questa limitazione vale anche per tutte le altre valutazioni empiriche degli effetti degli NPI. il cambiamento delle caratteristiche del test e l'evoluzione virale interferiscono tutti nella relazione tra le infezioni sottostanti e il conteggio dei casi. Poiché l'ubicazione e la tempistica delle politiche sono endogene allo stadio epidemico percepito, il rumore nel conteggio dei casi è associato alle politiche, rendendo possibile il pregiudizio e molto difficile da sradicare. L'approccio a effetti fissi fornisce stime imparziali fintanto che l'ubicazione o la tempistica delle politiche è quasi arbitraria rispetto al risultato. Ciò potrebbe non essere valido in questa valutazione degli effetti dell'NPI perché le dinamiche epidemiche sottostanti non sono lineari e le politiche rispondono e modificano lo stadio dell'epidemia. Questa limitazione vale anche per tutte le altre valutazioni empiriche degli effetti degli NPI. Poiché l'ubicazione e la tempistica delle politiche sono endogene allo stadio epidemico percepito, il rumore nel conteggio dei casi è associato alle politiche, rendendo possibile il pregiudizio e molto difficile da sradicare. L'approccio a effetti fissi fornisce stime imparziali fintanto che l'ubicazione o la tempistica delle politiche è quasi arbitraria rispetto al risultato. Ciò potrebbe non essere valido in questa valutazione degli effetti dell'NPI perché le dinamiche epidemiche sottostanti non sono lineari e le politiche rispondono e modificano lo stadio dell'epidemia. Questa limitazione vale anche per tutte le altre valutazioni empiriche degli effetti degli NPI. Poiché l'ubicazione e la tempistica delle politiche sono endogene allo stadio epidemico percepito, il rumore nel conteggio dei casi è associato alle politiche, rendendo possibile il pregiudizio e molto difficile da sradicare. L'approccio a effetti fissi fornisce stime imparziali fintanto che l'ubicazione o la tempistica delle politiche è quasi arbitraria rispetto al risultato. Ciò potrebbe non essere valido in questa valutazione degli effetti dell'NPI perché le dinamiche epidemiche sottostanti non sono lineari e le politiche rispondono e modificano lo stadio dell'epidemia. Questa limitazione vale anche per tutte le altre valutazioni empiriche degli effetti degli NPI. L'approccio a effetti fissi fornisce stime imparziali fintanto che l'ubicazione o la tempistica delle politiche è quasi arbitraria rispetto al risultato. Ciò potrebbe non essere valido in questa valutazione degli effetti dell'NPI perché le dinamiche epidemiche sottostanti non sono lineari e le politiche rispondono e modificano lo stadio dell'epidemia. Questa limitazione vale anche per tutte le altre valutazioni empiriche degli effetti degli NPI. L'approccio a effetti fissi fornisce stime imparziali fintanto che l'ubicazione o la tempistica delle politiche è quasi arbitraria rispetto al risultato. Ciò potrebbe non essere valido in questa valutazione degli effetti dell'NPI perché le dinamiche epidemiche sottostanti non sono lineari e le politiche rispondono e modificano lo stadio dell'epidemia. Questa limitazione vale anche per tutte le altre valutazioni empiriche degli effetti degli NPI.18

In terzo luogo, i nostri risultati si basano su una concettualizzazione, comune in letteratura, degli NPI come interventi di "forma ridotta": una politica a monte ha previsto effetti a valle sulla trasmissione. Questo ci consente di utilizzare Svezia e Corea del Sud come comparatori, poiché hanno applicato interventi meno restrittivi, che consentono quindi di compensare l'effetto combinato degli IRNPI e delle dinamiche epidemiche sottostanti. Sebbene i fattori contestuali che mediano gli effetti degli NPI siano importanti - i paesi hanno implementato diverse varianti dello stesso NPI e la popolazione ha risposto in modo diverso - molte analisi che esaminano gli effetti degli NPI hanno una struttura di "forma ridotta" simile. 18 , 31 , 38 In questo senso, il nostro confronto è posizionato esattamente all'interno della letteratura sugli effetti degli NPI.

Durante l'autunno e l'inverno del 2020 nell'emisfero settentrionale, molti paesi, specialmente in Europa e negli Stati Uniti, hanno sperimentato una grande ondata di morbilità e mortalità COVID-19. Queste ondate sono state accolte con nuovi (o rinnovati) NPI, inclusi mrNPI in alcuni paesi (ad es. Inghilterra) e lrNPI in altri (ad es. Portogallo) che avevano utilizzato mrNPI nella prima ondata. La diffusione di infezioni nei paesi che sono stati ampiamente risparmiati in primavera (ad esempio Austria e Grecia) evidenzia ulteriormente le sfide e la capacità limitata degli NPI di controllare la diffusione di questo virus respiratorio altamente trasmissibile.39 Ciò suggerisce inoltre che le misure restrittive non garantiscono chiaramente la protezione delle popolazioni vulnerabili. Alcune evidenze suggeriscono anche 40 che a volte, con misure più restrittive, le infezioni possono essere più frequenti negli ambienti in cui risiedono popolazioni vulnerabili rispetto alla popolazione generale. 40

In sintesi, non riusciamo a trovare prove evidenti a sostegno di un ruolo per gli NPI più restrittivi nel controllo di COVID all'inizio del 2020. Non mettiamo in dubbio il ruolo di tutti gli interventi di salute pubblica o delle comunicazioni coordinate sull'epidemia, ma non riusciamo a trovare un ulteriore vantaggio degli ordini a domicilio e delle chiusure aziendali. I dati non possono escludere completamente la possibilità di alcuni vantaggi. Tuttavia, anche se esistono, questi benefici potrebbero non corrispondere ai numerosi danni di queste misure aggressive. Interventi di salute pubblica più mirati che riducano in modo più efficace le trasmissioni possono essere importanti per il futuro controllo delle epidemie senza i danni di misure altamente restrittive.

5 RUOLO DELL'ORGANIZZAZIONE FINANZIATRICE O DELLO SPONSOR

Le organizzazioni di finanziamento non hanno avuto alcun ruolo nella progettazione o nell'esecuzione di questa analisi.

CONTRIBUTI DELL'AUTORE

EB ha ideato il progetto; EB e CO hanno progettato le analisi, preparato i dati ed eseguito le analisi; JB e JPAI sono stati coinvolti nella discussione e interpretazione dei risultati e nella stesura, revisione e miglioramento del manoscritto. Tutti gli autori hanno approvato il manoscritto finale.

https://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/eci.13484

Medico odontoiatra dell'ospedale di Bressanone, muore pochi giorni la seconda dose del vaccino covid

  Finisce in procura a Bolzano il caso di un medico deceduto nei giorni scorsi. Un collega ha infatti postato su Facebook un video nel quale...